Nella rubrica “PNRR” vengono pubblicate le notizie sulla pubblicazione degli avvisi pubblici, da parte dei Ministeri e degli Enti interessati, per la realizzazione delle opere finanziate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il 13 aprile la Commissione europea ha versato all'Italia la prima rata di finanziamenti PNRR, per un totale di 21 miliardi di euro. La somma, che si aggiunge ai 24,9 miliardi di prefinanziamento già ricevuti lo scorso anno, certifica il pieno raggiungimento di tutti gli obiettivi previsti per il 2021.

Nell’attuazione del PNRR, però, accanto alla speranza e alla voglia di ripresa, si rileva anche la crescente preoccupazione per l’eccezionale aumento dei costi delle materie prime e per i rischi che questo comporta per il completamento o l’avvio di opere pubbliche, in particolare quelle legate al Piano.

La difficoltà per enti locali, imprese e stazioni appaltanti è reale. Il Governo ha attuato meccanismi di compensazione, in deroga alla normativa sui contratti pubblici, e ha stanziato risorse per 10,5 miliardi di euro destinati sia alle opere già in costruzione che a quelle ancora da avviare, di cui oltre 9 miliardi di euro destinati esclusivamente ai rincari relativi agli interventi PNRR, al Piano Nazionale Complementare e alle grandi opere di pubblica utilità affidate a commissari straordinari.

Con le misure adottate le stazioni appaltanti e le imprese che hanno opere in corso di realizzazione potranno beneficiare di adeguamenti fino al 90% attraverso due specifici fondi, uno per le opere PNRR e per interventi commissariati e uno per le opere finanziate con risorse diverse da quelle del Piano.

Inoltre, il fondo per la messa in sicurezza delle opere inserite nel PNRR con procedure di bando ancora da avviare metterà a disposizione, da qui al 2026, fondi per circa un miliardo e mezzo l’anno (7,5 miliardi in totale) che saranno utilizzati per mitigare l’andamento dei prezzi per le nuove gare.

Per quanto riguarda i bandi del PNRR, entro il prossimo 12 agosto potranno essere presentate le Proposte progettuali di intervento per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e luoghi della cultura privati e pubblici non appartenenti al Ministero della Cultura. L'investimento da 300 mln di euro si pone l'obiettivo di garantire la completa fruizione del patrimonio culturale attraverso la piena accessibilità fisica dei luoghi della cultura.


BANDI ATTIVI


Avviso pubblico per la concessione di risorse destinate al consolidamento delle farmacie rurali da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione n. 5 “Inclusione e Coesione” – Componente 3: “Interventi speciali per la coesione territoriale” - Investimento 1: Strategia nazionale per le aree interne – sub investimento 1.2 “Strutture sanitarie di prossimità territoriale” finanziato dall’Unione Europea-Next GenerationEU.
 
Scadenza 30 giugno 2022
 
 

Avviso pubblico per la presentazione di Proposte progettuali di intervento per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e luoghi della cultura pubblici non appartenenti al Ministero della Cultura, da finanziare nell’ambito del PNRR Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura Misura 1 “Patrimonio culturale per la prossima generazione” Componente 3 – Cultura 4.0 (M1C3-3) Investimento 1.2 “Rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei, biblioteche e archivi per consentire un più ampio accesso e partecipazione alla cultura” finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU

Scadenza 12 agosto 2022

Vai al Bando


Avviso pubblico per la presentazione di Proposte progettuali di intervento per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e luoghi della cultura privati, da finanziare nell’ambito del PNRR Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura Misura 1 – “Patrimonio culturale per la prossima generazione” Componente 3 – Cultura 4.0 (M1C3-3) Investimento 1.2 “Rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei, biblioteche e archivi per consentire un più ampio accesso e partecipazione alla cultura” finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU

Scadenza 12 agosto 2022

Vai al Bando


BANDI IN ATTIVAZIONE


Green communities - Comunità locali che promuovono la sostenibilità energetica, ambientale e socialeIl provvedimento in via di attuazione prevede l’assegnazione di 135 milioni di euro per favorire la nascita e la crescita di 30 Green Communities, cioè comunità locali coordinate e associate tra loro che vogliono realizzare insieme piani di sviluppo sostenibili dal punto di vista energetico, ambientale, economico e sociale.
Missione: Rivoluzione verde e transizione ecologica
Componente: Economia circolare e agricoltura sostenibile


I bandi, gli avvisi e le altre procedure pubbliche delle Amministrazioni titolari sono visionabili al seguente link

https://italiadomani.gov.it/it/opportunita/bandi-amministrazioni-titolari.html?orderby=%40jcr%3Acontent%2Fjcr%3Atitle&sort=asc


I bandi, gli avvisi e le altre procedure pubbliche dei Soggetti attuatori sono visionabili al seguente link

https://italiadomani.gov.it/it/opportunita/bandi-soggetti-attuatori.html?orderby=%40jcr%3Acontent%2Fjcr%3Atitle&sort=asc

 

 

 

 

Mappa del sito