Rese note le vincitrici della III edizione di "Urbanistica in Rosa", il concorso bandito dall'Associazione Ilaria Rambaldi Onlus – in collaborazione con Inu e, da quest’anno, con il patrocinio dell'Università dell'Aquila e il contributo della Commissione regionale Pari opportunità della Regione Abruzzo – per ricordare la giovane studentessa di ingegneria (laureata honoris causa in Urbanistica), che ha perso la vita nel crollo di un palazzo a L’Aquila nel sisma del 2009.
La giuria ha scelto le tesi di laurea magistrali (discusse nel biennio 2014/15) più innovative aventi a oggetto studi di pianificazione urbanistica e territoriali concernenti prevenzione e mitigazione dei rischi, nonché il recupero, la ricostruzione e la riqualificazione urbanistica e socio-economica di centri colpiti da eventi calamitosi naturali. Le vincitrici (premio 1.000 euro) ex aequo, sono le tesi di Giada Limongi (Federico II Napoli) e di Beatrice Gobetti, Marica Conte e Martina Cogo (Iuav Venezia). La premiazione sarà effettuata nel corso di un evento dedicato a prevenzione, sicurezza e sostenibilità degli edifici, organizzato per il prossimo 24 giugno a Lanciano, in provincia di Chieti.

Si riapre il bando per l'assegnazione del premio “Urbanistica in rosa” con lo stesso impegno delle due edizioni passate: valorizzare il merito delle giovani laureate in ingegneria edile-architettura, architettura, ingegneria civile e pianificazione e attivare nuove sinergie con le istituzioni pubbliche e private nelle tematiche della sicurezza e della prevenzione.

Mappa del sito