Il tema dello spazio pubblico è tornato al centro delle agende delle politiche pubbliche nazionali ed europee, dei processi di rigenerazione urbana e dello sviluppo sociale ed ambientale sostenibile . A livello europeo, il rilancio dell’agenda urbana e la sottoscrizione del Patto di Amsterdam hanno restituito protagonismo alle città e ai loro attori. In termini istituzionali si moltiplicano i programmi con esplicito focus sullo spazio pubblico e sulle città, da URBACT alle Urban Innovative Actions. Ma si moltiplicano allo stesso tempo le iniziative di cittadini e innovatori, “city makers” che quotidianamente progettano/producono lo spazio pubblico attraverso iniziative di innovazione sociale e di riuso . A livello nazionale, all’impegno costante dei Comuni per la creazione e tutela dello spazio pubblico si affiancano le opportunità emerse con i recenti bandi nazionali per interventi di rigenerazione urbana e per il recupero delle periferie nonché i progetti, anch’essi di rilevanza nazionale, inerenti la ricostruzione post terremoto in grado di affrontare in una dimensione di progetto paese, sicurezza, efficienza, fragilità ed emergenza. E, come e più che altrove in Europa, in Italia si moltiplicano le esperienze di collaborazione e attivazione della cittadinanza nei processi di costruzione di spazio pubblico.

È in corso un processo di trasformazione e innovazione delle modalità di progettazione, produzione e gestione di spazio pubblico, considerando anche la crisi del ruolo della committenza pubblica, che troverà nell’edizione 2017 della BISP un’occasione unica di conoscenza, dibattito e scambio. La complessità delle reti generative di spazio pubblico, la pluralità delle pratiche, il mutamento delle politiche saranno al centro dei percorsi che porteranno alla Biennale, che si configurerà come un Viaggio nei comuni delle buone pratiche. Le tappe del viaggio, che inizia a Febbraio e culminerà nelle giornate conclusive di Maggio 2017, saranno gli eventi diffusi sul territorio nazionale (seminari, incontri, performances, webinar, laboratori tematici on line) promossi tanto da amministrazioni pubbliche quanto da city makers interessati a mettere a disposizione pratiche e conoscenze con l’ampia comunità di esperti, attivisti, amministratori che si raccoglie attorno alla BISP.

 

Per partecipare occorre presentare, entro e non oltre il 20 gennaio 2017, una proposta compilando il form online pubblicato nel link qui sotto.

Mappa del sito