E’ morto, all'età di 90  anni, l'architetto messicano Teodoro Gonzalez de Leon, uno degli ultimi grandi maestri del  Movimento Moderno, che ha contribuito a rinnovare, arricchire e reinterpretare.  Autore di numerose opere di grandi   dimensioni in spazi pubblici, era celebre per l'utilizzo di blocchi di cemento scolpito di stampo minimalista. Allievo e collaboratore di Le Corbusier, Gonzalez de Leon è stato   insignito di numerosi riconoscimenti, tra i quali,  nel 2008 la Medaglia d'Oro dell'Unione internazionale   degli architetti (Uia);  il  Premio Nazionale di Arte del governo federale del Messico (1982); Gran Premio Latinoamericano alla Biennale di architettura di Buenos Aires (1989), Gran Premio dell'International  Academy of Architecture (1994).Nato a Città del Messico il 29 maggio 1926, Teodoro Gonzalez de Leon  frequentò la Scuola Nazionale di Architettura dal 1942 al 1947. Ottenne una borsa di studio dal governo francese e lavorò nello Studio  Le Corbusier tra il 1947 e il 1949, in particolare al progetto dello  stabilimento di Saint Dié e a quello dell'Unité d'Habitation a Marsiglia.

Sistema Ordinistico

Mappa del sito