CONSIGLIERE COORDINATORE
arch. Walter Baricchi

ATTIVITÀ
Architetti e protezione civile

Il Dipartimento Cooperazione, Solidarietà e Protezione Civile si occupa delle tematiche relative all’Architettura dell’emergenza e umanitaria prioritariamente negli scenari colpiti da disastri, calamità, devastati da conflitti armati o interessati da povertà diffuse dove portare i principi della cooperazione e solidarietà della nostra categoria. Sviluppare e valorizzare l’impegno civile degli Architetti nelle situazioni di emergenza è un processo di maturazione professionale e di riconoscimento delle nostre capacità e competenze a servizio della Società e delle sue collettività.


Sono affrontate questioni di etica e formazione professionale con addestramenti e preparazioni specifiche, anche sugli aspetti della prevenzione del rischio, salvaguardia e tutela del patrimonio culturale. Per quanto riguarda la Protezione Civile si sta lavorando ad assicurare la collaborazione con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e il concorso al Nucleo Tecnico Nazionale nel quale confluiscono gli architetti qualificatesi con i corsi promossi a partire dal 2011 per la gestione tecnica dell’emergenza sismica, rilievo del danno e valutazione di agibilità. Questa prospettiva sarà ridiscussa, unitamente alla Rete delle Professioni Tecniche, dopo la conclusione della fase di emergenza del Sisma Italia Centrale.

 

Per avere maggiori informazioni sull'attività svolta è possibile consultare la sezione Home > Attività> Architetti e protezione civile nella quale sono archiviati, suddivisi per ambito, i materiali dei convegni, le normative e l’attività svolta negli scorsi mesi.

 

 

Comunicati Stampa

Sisma: al Consiglio Nazionale degli Architetti focus sulla prevenzione

La consapevolezza del rischio e, contemporaneamente, una nuova cultura della prevenzione sono i temi centrali del Seminario in programma a Roma mercoledì 12 dicembre alle ore 14 (Via di Santa Maria dell’Anima, 10) nella sede del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

“Sono questi - sottolinea il Consigliere Walter Baricchi – gli obiettivi strategici degli scenari che traguardano la prevenzione-gestione dell’emergenza e i processi della ricostruzione. Il Seminario è una delle azioni derivate dal programma promosso dal Consiglio Nazionale per definire un nuovo rapporto tra architetti e protezione civile a servizio delle comunità e della società civile in cui operano”.

Il Seminario, che sarà aperto dallo stesso Baricchi, prevede gli interventi di Emanuela Guidoboni, Centro Euro-Mediterraneo di documentazione eventi estremi e disastri; Francesco Doglioni, Scuola di specializzazione dei beni architettonici e del paesaggio del Politecnico di Milano; Gianluca Salvucci, Istat; Gianluca Valensise - Gabriele Tarabusi, INGV; Irene Cremonini, INU.

Sarà preceduto a partire dalle ore 10, 30 da un approfondimento sul tema “Architetti e Protezione Civile” nel corso del quale verrà anche fatto un bilancio delle attività messe in atto dal Consiglio Nazionale e dal Sistema degli Ordini territoriali - a partire dal terremoto de L’Aquila del 2009 - che hanno visto gli architetti italiani protagonisti decisivi nelle fasi di ricognizione del danno oltre che in quella della ricostruzione. Tutto ciò assicurando sempre supporto alle Istituzioni e sostenendo i principi di trasparenza, de-burocratizzazione, snellimento ed omogeneità delle procedure.

Roma, 10 dicembre 2018. 

 

Mappa del sito